Egitto: una meta di viaggio bella e sicura

Per chi viaggia in Egitto, la preoccupazione più grande è spesso rappresentata dalla sicurezza. In generale, l’Egitto è un paese sicuro per viaggiare. Gli egiziani sono molto cordiali e disponibili se hai bisogno di assistenza.

Ad esempio, se si prende un taxi dal Cairo ad Alessandria si possono ottenere facilmente informazioni sui tempi di percorrenza, per essere sicuri di arrivare a destinazione entro un certo periodo di tempo. Lo stesso vale per la maggior parte dei viaggi nel deserto. Se il percorso è particolarmente pericoloso, in alcuni tratti di strada  si viene scortati dalla polizia locale. Ci sono anche diversi posti di blocco dal Cairo a Sharm el Shiekh quando si viaggia in pullman. Gli ufficiali militari sono soliti salire sul pullman e controllare i passaporti.

Per quanto riguarda la criminalità casuale (scippi e rapine), l’Egitto è abbastanza sicuro. Come per il borseggio, in realtà il problema è probabilmente non maggiore di quanto lo sia nella maggior parte delle città occidentali.

Troverete che la situazione della sicurezza in Egitto (come in molti paesi) viene spesso esagerata dai media occidentali. La realtà è che viaggiare in Egitto è probabilmente non più pericoloso, per quanto riguarda il terrorismo, che visitare la maggior parte delle capitali occidentali (e, probabilmente, molto più sicuro!) . L’Egitto vive soprattutto di turismo straniero come fonte di  reddito nazionale e sia gli egiziani e il loro governo sono estremamente attenti a prevenire ogni episodio che possa creare una cattiva impressione e tenere lontano i turisti. Il turismo è una delle fonti più importanti del paese, e oltre a non voler incidenti spiacevoli, l’Egitto è molto pragmatico e cerca in alcun modo di mettere a repentaglio un beneficio economico vitale.

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *