Praga: tra leggende ed eccezionale bellezza

La capitale della Repubblica Ceca ha il pregio di conciliare perfettamente arte e divertimento, bellezze artistiche con bellezze locali, cultura popolare con l’invadente capitalismo occidentale.

Infatti, appena arrivato a Praga, il visitatore può ritrovarsi un po’ spaesato per la notevole forza con cui il life-style occidentale ha invaso la città. Diciamo che il primo approccio giornaliero praghese non permette di apprezzare al meglio le eccezionali bellezze di questa città,il tutto sembra caotico e di difficile interpretazione.

È la notte che dona a Praga quel fascino che la rende indimenticabile: le luci del centro storico (escluse quelle dei nigths) fermano quasi il tempo, ma è la Moldava che recita il ruolo fondamentale in questa magnifica scena: infatti basta affacciarsi su un dei due lati del Ponte Carlo per lasciarsi trascinare dalle luci delle “due” città, riflesse sull’imponente e immobile fiume ( la Moldava divide in due il centro storico in Città Vecchia e in Città Nuova), che creano un perfetto quadro prospettico che catapulta il visitatore in un’atmosfera ottocentesca, quasi boheme. La magica atmosfera fa sembrare vere anche le vecchie leggende narrate sui Vodnik:  si tratta di folletti delle acque, che vivono nella Moldava. La tradizione li rappresenta vestiti di verde, come le piante acquatiche e le alghe, con un berretto rosso. Ognuno ha la sua zona, il suo ponte. Talora maligni talora benevoli cercano di fare amicizia e di integrarsi con gli abitanti della zona, anche se la loro principale attività è quella di trascinare sul fondo le anime di coloro che cadono o annegano nel fiume, dove le conservano dentro vecchie pentole..

Ma è meglio tornare alle cose più pratiche, innanzitutto cosa vedere e come girare la città:  è immancabile una visita al centro  storico e alla piazza principale della Torre dell’Orologio (Piazza Venceslao). Essa è punto di ritrovo per numerosi turisti sia per la sua centralità che per la caratteristica della “Torre”: ad ogni ora ci si raduna sotto all’orologio per ammirare le statue di Cristo e degli Apostoli che allo scoccare dell’ora salutano dalla finestrella. Il quadrante centrale mostra l’ora e i movimenti della luna e del sole, mentre quello inferiore funziona da calendario con i segni zodiacali. La torre offre, oltre che allo spettacolo dell’orologio, anche la meravigliosa vista della città che si gode una volta arrivati in cima; il costo del biglietto è di 35 corone ceche ma il panorama le vale tutte.

A proposito di corone è importante parlare di cambio: diciamo subito che 1 euro vale quasi 28 corone, quindi il turista occidentale è notevolmente avvantaggiato, ma con questo non crediate di potervi comprare tutta Praga con pochi euro! Infatti si hanno notevoli vantaggi nei generi alimentari (soprattutto sulla birra: ½ litro 28 corone!), ma per quanto riguarda ristoranti e pizzerie (ovviamente in centro)  i prezzi non sono molto diversi dai nostri, come a dire dove non arriva l’euro arriva il negoziante! Un’altra cosa importante: vi conviene fare il cambio in hotel perché le numerose agenzie di cambio speculano molto, e comunque è sempre consigliato controllare il valore di scambio netto, mai quello lordo.

Tra i luoghi da visitare vi è il Castello di Praga dalle dimensioni enormi e ivi è immancabile la visita alla sala in cui è avvenuta la “defenestrazione di Praga” e il caratteristico cambio della guardia, oltre che ad una bellissima vista sulla città.
Oltre il castello segnaliamo la cattedrale di San Vito in cui vi è un imponente monumento a San Giovanni Nepomuceto a cui è allegata un’interessante leggenda: egli visse nel ‘300 alla corte di Venceslao IV, e si dice che fu fatto uccidere dal sovrano per essersi rifiutato di svelare i segreti di confessione di sua moglie. E’ sepolto nel Duomo di San Vito, e una sua statua è sul Ponte Carlo, da cui venne gettato nel fiume. In quel punto esatto sul parapetto del ponte si trova una croce d’oro, toccando la quale si avverano i desideri.
Come avrete capito il Ponte Carlo è un’altra chicca di questa magnifica città, pieno di artisti di strada è un passaggio obbligato per trovare souvenir interessanti e molto particolari.

Infine passiamo ai divertimenti (che in una vacanza sono la parte principale): non possiamo non segnalarvi una discoteca a 5 piani vicino al Ponte Carlo: è bellissima sia per la musica che spazia dall’ hip-hop al a revival, alla commerciale etc. insomma c’è ne per tutti i gusti. I posti per divertirsi a Praga non mancano, e basta girare poco per il centro per trovare subito ciò che fa al caso vostro.

Un’ultima avvertenza: non utilizzate i taxi perché sono carissimi e poco affidabili; a questi sostituite la metro o i mezzi pubblici, ma se proprio non potete rinunciare a un taxi contrattate sempre sul prezzo perché tendono sempre a alzarlo con la scusa che siete turisti.
Per il resto Praga è una città troppo bella per non poter essere visitata, chissà magari in un viaggio della maturità.

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *